martedì, dicembre 26, 2017

tastiera Linux linea comandi: inglese / italiana

punto      punto
-              /
shift + ù         |
'               -
shift + '      _ 

Etichette: ,

venerdì, novembre 10, 2017

Errori nella programmazione PHP

Per individuare un errore che provoca una esecuzione non corretta di uno script PHP:
Analizzare il file di log di Apache:
directory logs
file error.log

Etichette: , , ,

sabato, settembre 16, 2017

MySQL: errore 1449 dopo aver caricato un nuovo database da file .sql

Nelle operazioni sul database si ottiene l'errore

#1449 - The user specified as a definer ('nome'@'host') does not exist

E' dovuto al fatto che, importando il database, il file .sql contiene al suo interno il nome dell'utente (definer) che ha creato la procedura sul server di origine e che non viene riconosciuto nel nuovo server.

Per risolvere il problema: cancellare nel file .sql i definer dopo i comandi CREATE.


Etichette: , , ,

Visual Studio Community - Installazione nuove componenti

Per aggiungere nuove componenti o estensioni in Visual Studio Community:
nel menu Start (lettera V), clic su Visual Studio Installer.
Le componenti da installare possono variare tra le versioni Community, Enterprise e Professional.

Clic su pulsante Aggiorna nella sezione Installati.

Dopo l'aggiornamento: clic su Modifica per selezionare le componenti.
La finestra contiene tre schede: Carichi di lavoro, Singole componenti e Language Pack (per le lingue).







Etichette: , , ,

martedì, luglio 25, 2017

Computer 64 bit ed errore "Il provider Microsoft.ACE.OLEDB.12.0' non è registrato nel computer locale"

Nell'uso di Access con file .accdb (versione 2007 e successive), se si utilizza un ambiente a 64 bit si ottiene l'errore nell'accesso al database:
"Il provider Microsoft.ACE.OLEDB.12.0' non è registrato nel computer locale".

Se si sta eseguendo un'applicazione, si può impostare nelle proprietà della compilazione (Build) x86 come piattaforma di destinazione, anziché Any CPU.

Se si usano pagine ASP.NET oppure si vuole comunque eseguire l'applicazione a 64 bit, si deve scaricare il file AccessDatabaseEngine dal seguente link:


(italiano) scegliendo la versione adatta 

il file per 64 bit si chiama AccessDatabaseEngine_X64.exe.
Con un doppio clic si avvia l'installazione. 
Prima dell’installazione eliminare eventuali versioni precedenti da Pannello di controllo, Programmi e funzionalità.

Questa installazione fornisce componenti utilizzabili per semplificare il trasferimento di dati tra file di Microsoft Office System 2010 e applicazioni non Microsoft Office.

Etichette:

lunedì, gennaio 16, 2017

Dev C++: attivazione ISO C++11

Per usare C++11 in Dev-C++:

1.    Menu Strumenti, Opzioni di compilazione
2. Scheda Generazione di Codice/Ottimizzazioni
3. Opzione Language standard (-std): scelta ISO C++11.

In alternativa:
Menu Strumenti, Opzioni di compilazione, scheda Compilatore
aggiungere -std=c++11 nella casella
Aggiungi i comandi seguenti in fase di compilazione.

 

L'impostazione corrisponde all'uso della clausola 
-std=c++11
nella chiamata del compilatore da
linea comandi.






Etichette: , , ,

Grassetto, corsivo, barrato in WhatsApp

Per evidenziare parole o frasi nella chat di WhatsApp:usare i delimitatori * (asterisco), _ (underscore) e ~ (tilde).
*parola* per grassetto: parola
_parola_ per corsivo: parola
~parola~ per barrato: parola


Etichette: ,

martedì, agosto 09, 2016

Righe bianche o parti mancanti in stampa con ink-jet

Quando una stampante rimane in disuso per qualche tempo, può accadere che gli ugelli abbiano bisogno di pulizia. Il software di gestione dello specifico modello di stampante dovrebbe mettere a disposizione l'utility per la pulizia degli ugelli.
Se il problema permane anche dopo la pulizia, si può provare ad effettuare una o più stampe ad alta qualità (o qualità fotografica): in questo modo si dovrebbe sistemare anche la modalità di stampa standard.
N.B.: di solito non conviene effettuare più volte la pulizia degli ugelli, perché si consuma inutilmente inchiostro; anche la sostituzione delle cartucce non risolve il problema.

Etichette: , ,

venerdì, giugno 03, 2016

Recuperare singoli file o cartelle dal backup di Windows

Il backup di Windows (Crea immagine di sistema) crea una cartella WindowsImageBackup che, a sua volta, contiene una sottocartella con la data del backup. In quest'ultima ci sono diversi file tra i quali i file VHD (Virtual Hard Disk).
L'immagine di sistema può essere usata per il ripristino del sistema.
Vediamo invece come recuperare singoli file o cartelle.
Dal Pannello di controllo o dal menu di tasto Windows + X, scegliere Gestione disco.
Nel menu Azione, scegliere Collega file VHD (in inglese attach) per l'operazione di mount.
Selezionare il file VHD dalla cartella del backup (di solito è quello di dimensioni maggiori).
Con questa operazione viene aggiunto un nuovo disco nell'elenco (quando è selezionato la sua icona è azzurra).
Al disco si può assegnare una lettera di identificazione, per esempio G:, con il tasto destro sull'icona del disco e la scelta Cambia lettera e percorso dell'unità.
Con questa assegnazione, il disco compare come un disco esterno nella finestra Esplora risorse.
In questo modo possiamo aprire il disco, visualizzarne il contenuto, effettuare operazioni di copia/incolla, come se fosse un disco esterno o una chiavetta.
Al termine delle operazioni: clic con il tasto destro sul riquadro del disco nella parte inferiore della finestra Gestione disco e scelta Scollega file VHD (in inglese detach) per fare l'operazione di unmount.

Etichette: , ,

Test per controllare il funzionamento di un telecomando

Accendere un apparecchio radio e sintonizzare il tuner su una frequenza AM compresa tra 500 e 600.
Avvicinare il telecomando alla radio e premere uno dei suoi tasti: se funziona si sentirà un rumore nella radio.

Etichette: